La Bandiera Svizzera

La Bandiera Svizzera

Print Friendly, PDF & Email

La Bandiera  Svizzera

La bandiera quadrata della SvizzeraCiao Viaggiatore, ben ritrovato su CURIOSITA’, oggi ti informerò  su ciò che mi ha colpito, da quasi subito, visitando la Svizzera.

Se dovessi decidere di trascorrere una vacanza in Svizzera, da ovunque entrerai in questo bella nazione, che sia una città o località montana o lacustre, immediatamente respirerai, più che in altre nazioni, come gli Svizzeri abbiano un grande senso di appartenenza alla Confederazione Elvetica.

Impossibile non accorgersi di quante bandiere svizzere, rosse con la croce bianca al centro, sventolino come vessillo di fierezza di una nazione che è espressione di un grande pluralismo, visto che è composta da 26 Cantoni, ognuno con un proprio stemma ed una propria organizzazione ma orgogliosi di essere Svizzeri.

LA FORMA

La bandiera svizzera ha una caratteristica che la rende diversa dalle bandiere degli altri Stati: “la forma è quadrata”.

Tutte le altre bandiere hanno la forma rettangolare o quasi tutte perché anche quella dello Stato del Vaticano è quadrata.

Ma vi sono dei contesti speciali in cui la forma della bandiera svizzera diventa rettangolare, vuoi sapere quali?

Durante ogni evento dei giochi olimpici e durante la navigazione sulle navi, sin dal 1941, la bandiera assume la forma rettangolare.

Altro problema sorse per la forma quando la Svizzera entrò a fare parte dell’ONU nel 2002 dove, da sempre, le bandiere esposte avevano la forma rettangolare. Fu fatta però una eccezione escogitando una regola per la quale ciò che contava fosse l’area totale della bandiera non la forma, per cui venne accettata la forma quadrata purché la sua area totale non superasse quelle delle altre bandiere dalla  forma tradizionale rettangolare.

L’ASPETTO E I COLORI

Alcune fonti, caro viaggiatore, farebbero derivare i colori e l’aspetto della bandiera svizzera da quelli della bandiera del Canton Svitto in quanto simili, ma altre fonti, più accreditate, ritengono che si debba risalire al 1339 in quanto prima di questo periodo, in battaglia, ogni soldato esponeva lo stemma del Cantone di appartenenza. Si pensa che, durante la battaglia di Laupen, nel 1339, si utilizzò, come simbolo comune della Confederazione, una croce bianca cucita sulle divise dei soldati svizzeri per evitare che fossero confusi con gli Austriaci ed i Lanzichenecchi che, a loro volta, avevano divise con croci diverse cucite.

La bandiera svizzera ha subito, nel tempo, varie trasformazioni.

Bandiera Svizzera del periodo napolenico utilizzata fino al 1803

La croce bianca fu abolita durante il periodo napoleonico, sostituendo ad essa un tricolore, verde rosso e giallo, ma nel 1803 fu ripristinata sulle divise cantonali.

Solo nel 1947, durante la guerra civile del Sonderbund, la bandiera che conosciamo, rossa con la croce bianca, cominciò ad assumere simbolismo nazionale.

Infatti il 12 settembre 1948 quando fu proclamata la Costituzione federale la bandiera svizzera entrò ufficialmente come rappresentazione della Confederazione elvetica. Si deve aspettare ancora qualche mese e, precisamente, il 12 dicembre 1948 per vederne stabilite le caratteristiche, secondo l’art. 11 della Raccolta sistematica del Diritto Federale che recita così:

“Lo Stemma della Confederazione è una croce bianca verticale, libera, in campo rosso, i bracci della quale, eguali fra loro, sono di un sesto più lunghi che larghi”.

Caro Viaggiatore, come ti sarai reso conto, si potrebbe dire che per arrivare alla bandiera ormai nota sia stato “un lungo parto” in quanto anche il colore ha subito, nel tempo, variazioni di tonalità e solo il 1° gennaio 2007 si è definita quella valida, così come dobbiamo aspettare il 2017 per vederne definito il rapporto tra i bracci della croce e la lunghezza totale della bandiera.

La bandiera della croce rossa ha preso ispirazione dalla bandiera svizzera riportandone i colori invertiti: croce rossa su sfondo bianco.

Ma c’è un giorno, uno solo, in cui tutti e 26 i Cantoni sventolano le loro rispettive bandiere, l’uno accanto all’altro su strade, piazze ed edifici, il 1° agosto, festa nazionale della Svizzera.

SWISS MADE

Sicuramente il simbolo della bandiera elvetica viene utilizzato anche per indicare la provenienza di un prodotto o di un servizio.

coltellino svizzeroTrovandomi in Svizzera, ho visitato tanti negozietti di souvenir e tu non potrai esentarti dal farlo perché non si può resistere, sono ovunque e sembrano richiamare la tua attenzione.

Una volta entrati c’è solo l’imbarazzo sulla scelta di cosa comprare come ricordo ma, difficilmente, troverai un ricordo che non riporti il simbolo della bandiera per indicare: Swiss Made.

Vorrai sapere altro sulle curiosità emerse durante il viaggio in Svizzera.

Se non hai già letto l’articolo su il cioccolato e la Svizzera, dagli uno sguardo e poi segui il prossimo articolo che pubblicherò sul sito ViaggiCheSogni.

A presto!

Lascia un commento

Chiudi il menu
error: