Passeggiata al Lago Smeraldo

Passeggiata al Lago Smeraldo

Print Friendly, PDF & Email

Passeggiata al Lago Smeraldo nel Comune di Fondo

Ben ritrovato caro lettore! Se hai letto il mio precedente articolo, relativo al “Trekking sul Rio Sass”, ti avevo accennato ad un’altra fantastica escursione che sarebbe partita sempre dal Comune di Fondo.

Oggi ti porterò alla scoperta del sentiero chiamato “Burrone di Fondo” per arrivare, successivamente, ad una passeggiata al Lago Smeraldo.

una passeggiata al lago smeraldo: il sentiero

Devi sapere che Fondo, capoluogo dell’Alta Val di Non, non è una località sconosciuta anzi è particolarmente rinomata per la bellezza dei suoi paesaggi montani, ricchi di laghi dove il più famoso è il lago Smeraldo che, creato nel 1965 dallo sbarramento del corso del Rio Fondo, ha consentito agli abitanti del luogo di godere di una piccola spiaggia per la balneazione.

Come raggiungere il lago

Il lago è raggiungibile a piedi, passando per il canyon che taglia il borgo di Fondo, scavato dal Rio Sass oppure, in macchina, prendendo la statale 42 ma noi, temerari e curiosi, a cui piace il contatto con la natura abbiamo preferito raggiungere a piedi il lago.

Eccoci pronti per la nostra avventura!

Il percorso

Sia che tu abbia visto o meno il “canyon del Rio Sass”, la partenza per la passeggiata al Lago Smeraldo, per praticità, è sempre da Piazza San Giovanni, posta al centro del comune di Fondo. Da qui si prosegue per Via Segantini e, nei pressi della Chiesa di San Martino dal particolare campanile a cipolla, troverai le indicazioni per l’inizio del sentiero verso la passeggiata al Lago Smeraldo.

La nostra passeggiata al lago smeraldo inizia percorrendo una mulattiera da cui potrai osservare dei meravigliosi scorci sul paese. Dopo un breve tratto, attraverserai un ponticello ed eccoti nel canyon ricco di vegetazione con l’acqua del Rio che scorre parallela al sentiero.

i ponti

Il percorso per la passeggiata al lago smeraldo non è molto lungo o difficoltoso, circa un paio di chilometri per una durata di circa mezz’ora, per un dislivello di 145 metri dove si alternano una serie di ponti e passerelle.

In questo tratto potrai ammirare, guardando in alto un bel ponte romano che unisce due estremi della roccia del burrone ed un vecchio mulino a tre ruote idrauliche che si “appoggia” direttamente alla parete di roccia. Non mancheranno lungo il percorso varie opportunità per rilassarti e tanti tavoli e panche disseminati in questa prima parte dove sarà possibile fermarsi per un picnic.

A proposito del mulino, noto come anche “Molin dai maghi” appartenuto ai Fratelli Covi.

il molin dei maghi

Devi sapere che nel 2012 questo mulino è stato set del film “Itaker – Vietato agli italiani” con Francesco Scianna e Michele Placido, un film duro, ambientato negli anni ’60 del secolo scorso quando noi italiani emigravamo in Germania in cerca di fortuna. Questo il motivo per il quale fu utilizzato il termine tedesco “itaker” un dispregiativo che significa “italianacci”.

Se ne hai la possibilità ti consiglio di vederlo!

Proseguendo la tua passeggiata al lago Smeraldo vedrai che il percorso comincia a cambiare la sua forma perché il sentiero inizia ad insinuarsi nella roccia, entrando nel vivo del canyon, caricandosi così di quel pizzico di “pathos” da renderlo più “avventuroso”.

Le pareti cominciano a restringersi, il rumore dell’acqua che scorre diventa più forte ed i camminamenti su passerella e scale in ferro aumentano.

il restringimento del canyon

Mentre sei preso dalle tante sensazioni che scaturiscono in te al cospetto di questo paesaggio, intento anche ad osservare i giochi di luce, tra il chiaro e lo scuro, inaspettatamente ti appare una cascata artificiale che separa il canyon dalle acque placide del lago e, al di là di essa, finalmente il Lago Smeraldo in tutto il suo splendore.

la cascata artificiale

Il Lago Smeraldo

Ti ricordo che è un lago artificiale e balneabile ma quello che non sai è che, nei mesi invernali, la superficie si ghiaccia per cui è possibile pattinarvi perché questa superficie si trasforma in una bellissima e naturale pista di pattinaggio all’aria aperta.

il lago smeraldo

Puoi fare una piacevole passeggiata intorno al lago così da poterlo osservare da ogni angolazione o fermarti in una delle tante panchine e contemplarlo mentre ti rilassi.

Se poi sei un amante della pesca sappi che qui è possibile anche pescare!

Se dopo questa passeggiata al Lago Smeraldo si è stimolato l’appetito, potresti gustarti degli ottimi canederli o consolarti con una fetta di strudel presso il ristorante pizzeria “Al Folon” e l’hotel ristorante “Lago Smeraldo” , due tappe dove soddisfare le tue necessità.

il lago smeraldo e noi

Naturalmente il lago può anche essere un punto di partenza per escursioni nei dintorni come ad esempio la “passeggiata del Sedruna”o una camminata tra gli alberi del bosco poco impegnativa da fare lungo il torrente o il Sentiero che conduce alla Madonna Brusada o, perché no, una escursione all’Orto Botanico.

il lago smeraldo e noi due

Bene, spero di averti incuriosito in modo che, qualora tu abbia percorso il Trekking al canyon del Rio Sass, non voglia perderti anche la bellissima esperienza della passeggiata al lago Smeraldo.

Ora ti saluto, invitandoti, come sempre, a seguirmi per nuove avventure ed a condividere l’articolo “Passeggiata al Lago Smeraldo” sui tuoi social, dando la possibilità ai tuoi amici di scoprire altre mete.

Lascia un commento