Itinerario dell’Ocra in Provenza

Itinerario dell’Ocra in Provenza

Print Friendly, PDF & Email

Eccomi qui, pronta per farti scoprire un aspetto insolito di questa Regione attraverso l’itinerario dell’ocra in Provenza.

Spesso la conosci per l’azzurro del mare ed il viola della lavanda e già ti ho fatto stupire con il mio articolo sul rosa delle Saline di Giraud ma resterai esterrefatto delle tante sfumature dell’itinerario dell’ocra in Provenza.

Proprio così! La Provenza continua a sbalordire chi decide di visitarla!

L’itinerario dell’ocra si sviluppa in un angolo della Provenza: il Luberon, il cui Parco naturale regionale è riconosciuto come riserva della biosfera dell’UNESCO.

Potrei dire che il “cuore rosso” del Luberon è rappresentato dall’ocra.

L’itinerario dell’ocra in Provenza si snoda in una zona compresa tra Roussillon, Gargas e Rustrel.

Due giorni sono l’ideale per percorrerlo con calma e goderti tutto ciò che offre. Diversamente se hai un solo giorno dovrai concentrarti su due tappe fondamentali: il Sentiero dell’Ocra ed il Colorado Provenzale.

Roussillon ed il Sentiero dell’Ocra in Provenza

Ti consiglio di partire alla scoperta di questo itinerario da Roussillon, così come abbiamo fatto noi. Poi ti spiegherò il perché!

Borgo di Roussillon in Provenza

Roussillon è un grazioso borgo, di circa 1300 abitanti nel Dipartimento della Vaucluse, a cui dedicare una piacevole passeggiata.

Mentre passeggi per il centro storico, potrai ammirare il campanile “Le Beffroi” che fungeva da porta di accesso, una via principale, lungo la quale si snodano le piazzette e le stradine e la chiesa di St. Michel, vicino al bordo della Falesia.

itinerario dell'ocra
beffroi

In questo borgo di Roussillon in Provenza, intorno al X secolo, venne costruito un piccolo castello per difesa.

Da subito sarai attratto dal colore delle case che rispecchiano le tante tonalità dell’ocra, dal rosso al rosa, dall’arancione al giallo.

itinerario dell'ocra
case colorate

Ecco perché Roussillon rientra tra i borghi più belli della Francia. Già da qui, comincerai a farti un‘idea di ciò che ti aspetta durante l’itinerario dell’ocra in Provenza.

itinerario dell'ocra
altre case

Vi è un punto della passeggiata da cui potrai godere di una vista spettacolare della natura su cui questo borgo si affaccia.

Quando nacquero le fabbriche estrattive dell’ocra, la maggioranza degli abitanti di questo villaggio, era impegnata in questa attività contribuendo alla crescita economica della Provenza ma, oggi, alla luce dei cambiamenti verificatisi, è impegnata in attività legate al turismo.

Come arrivare a Roussillon in Provenza

Roussillon è raggiungibile da Avignone con l’auto in direzione Apt (50 km circa). Noi, infatti, siamo partiti da Avignone, città sulla quale ti consiglio di leggere l’articolo di Alberto, perché vi soggiornavamo.

Sentiero dell’Ocra in Provenza

Roussillon è collocata in un’area geologica a cui è legata strettamente, nota al turismo come il Sentiero dell’Ocra in Provenza.

Cenni storici sull’Ocra

Questo sentiero dell’itinerario dell’ocra in Provenza attraversa una zona che veniva sfruttata per l’attività di estrazione dell’ocra, già dall’antichità.

Dall’ocra si otteneva una tinta naturale, molto resistente al sole, utilizzata per colorare ceramiche e tanto altro. Ma solo intorno al XVIII secolo si cominciarono ad utilizzare in modo intensivo le risorse delle cave nell’intero territorio circostante.

Nacquero le fabbriche e la produzione arricchì l’economia della Provenza. La terra d’ocra divenne ”oro rosso” per la Provenza e fu esportata in tutto il mondo. Il massimo sviluppo si raggiunse verso il 1929 poi, a causa di una minore richiesta per l’introduzione delle tinte sintetiche, il commercio dell’ocra cominciò a crollare fino alla chiusura di alcune cave verso la metà del XX secolo.

Guida al Sentiero dell’Ocra in Provenza

Ancor prima di arrivare alla cassa per pagare il ticket di ingresso, ti troverai davanti ad uno scorcio panoramico incantevole.

itinerario dell'ocra
falesia

Potrai già ammirare quel caldo arancione della falesia che vedrai e non riuscirai a resistere dall’entusiasmo di immortalare quella visione in una foto ricordo sull’itinerario dell’ocra in Provenza.

itinerario dell'ocra
foto ricordo

Ed è solo l’inizio!

Il ticket ha un costo attualmente di 3 euro a testa, a cui dovrai aggiungere quello del parcheggio, altrettanto non caro. Il Sentiero dell’Ocra in Provenza è aperto da febbraio a dicembre intorno alle 9:00 o poco dopo fino a circa le 19:00 e ricordati che, tranne in un periodo estivo, vi sono delle pause per pranzo.

Il percorso è agevole anche per bambini ma sconsigliato a bici e passeggini perché sconnesso e con scalinate. Riceverai una cartina all’ingresso che segnala due percorsi: uno di circa mezzora ed uno di circa un’ora. Scegli il più lungo e non te ne pentirai!

Sicuramente avrai bisogno di un abbigliamento casual e fresco, se vai di estate, e scarpe comode, meglio se vecchie, perché la terra d’ocre potrebbe macchiare il tutto e, se hai bambini al seguito, dai per scontato che torneranno “variopinti”. Sappi che, se hai un cane, puoi portarlo con te.

Ti consiglio di portare con te borracce di acqua, cappellino e occhiali da sole se, come noi, visiterai il sentiero in estate.

L’ideale sarebbe arrivare all’apertura per evitare la folla.

Se, come noi, sei un appassionato di foto, il paesaggio che ti aspetta è da mozzafiato e gli scatti saranno continui perché, mentre stai attraversando tratti di bosco e ti trovi immerso nel verde, all’improvviso ti trovi a calpestare sabbia finissima d’ocra e sarai abbagliato dai caldi colori che si presenteranno innanzi a te. Ed ogni angolazione ti lascerà stupito!

itinerario dell'ocra
sentieri

Questo Sentiero dell’itinerario dell’ocra in Provenza ti farà incrociare formazioni rocciose che compongono la Valle delle Fate e le Falesie dei Giganti e comincerai a fantasticare alla ricerca di analogie. Queste formazioni hanno assunto questo aspetto per l’erosione, nel tempo, a causa degli agenti atmosferici.

itinerario dell'ocra
valle delle fate

Camminare su questa sabbia dalle tante sfumature, a volte delicate, dal dorato al rosato, a volte intense, dal giallo all’arancione, è davvero emozionante!

itinerario dell'ocra
sabbia

Pensare che un tempo queste cave erano attivissime ed in giro, al posto dei tanti turisti di oggi, vi erano solo tanti lavoratori!

La Leggenda dell’Ocra di Roussillon

Come ogni posto “speciale”, anche questa zona ha la sua leggenda.

Si narra che, molto tempo fa, un Signore di Roussillon invitò ad un banchetto musicanti e trovatori. Uno di questi ultimi colpì l’attenzione della bella sposa del Signore, la giovane Sirmonde, che, presto, se ne innamorò. Ma la notizia giunse all’orecchio dello sposo che uccise il rivale. Per lo sconforto Sirmonde si lanciò da un alta falesia ed il suo sangue colorò tutto di “rosso”.

Questa è la spiegazione dell’origine dell’ocra da leggenda, ma ti starai chiedendo:

Come si forma l’Ocra?

L’ocra è una terra naturale, fornita dalla natura, dove sali, acidi e solfuri che si trovano nel sottosuolo, durante un lungo processo geologico, hanno donato ad essa una caratteristica colorativa e di resistenza che varia dalla quantità di ferro in essa contenuta.

itinerario dell'ocra
sabbia colorata

Sempre usata dalla antichità, l’ocra divenne un prodotto industriale quando un nativo di Roussillon ebbe l’idea di estrarre dalla terra d’ocra, lavata con l’acqua, il pigmento puro.

Se vuoi saperne di più, completata la visita al Sentiero dell’Ocra in Provenza, prosegui per Apt per visitare, al costo di 7 euro, “Okhra Le Conservatoire des Ocres et de la Couleur”, una fabbrica di ocra adibita a laboratori interattivi incentrati sull’uso dei colori dove potrai ammirare tutte le tonalità esistenti di ocra e ti verrà mostrato il procedimento di lavorazione e potrai anche fare acquisti.

Personalmente non l’ho visitata ma, se hai del tempo, potrebbe essere interessante!

Gargas e le Miniere di Broux in Provenza

A circa quindici minuti da Roussillon, a Gargas, vi sono cave d’ocra ancora attive e potrai entrare in vere miniere le “Mines d’Ocre de Broux”.

Per visitarle si deve prenotare con notevole anticipo sia se desideri la visita guidata sia se utilizzerai l’audioguida. Per prenotare occorre scrivere a: accuel@minesdesbroux.fr e vi risponderanno per garantirvi l’ingresso.

Il sito è aperto da metà marzo a metà novembre ed il biglietto è di 9 euro con parcheggio gratuito.

È una divertente esperienza avventurosa! Per la visita ti attrezzeranno di caschetto di sicurezza come un vero minatore e ti conviene indossare un giubbino perché la temperatura sarà bassa. Per 50 minuti percorrerai le gallerie nel cuore delle cave ed attraverserai un tratto di questi giganteschi labirinti dove i minatori estraevano l’ocra, vivendo lo scenario eccezionale che ti circonda.

itinerario dell'ocra
miniere

Purtroppo non potrai fare foto perché è proibito per cui la foto che vedi è presa da internet. Peccato!

Spero che tu riesca a vivere anche questa esperienza, in ogni caso non devi assolutamente perderti l’ultima tappa dell’itinerario dell’ocra in Provenza.

Rustrel ed il Colorado Provenzale

Se il primo giorno sei riuscito a dedicarti a Roussillon e Gargas con le visite suggerite, nel secondo giorno dell’itinerario dell’ocra avrai come unica meta: il Colorado Provenzale.

È la tappa che più ti lascerà “esterrefatto” dell’itinerario dell’ocra in Provenza!

È un posto eccezionale per la sua bellezza e noi siamo stati contenti di averlo visitato come ultima tappa dell’itinerario dell’ocra. Se avessimo fatto il percorso al contrario, forse dopo avere visitato il Colorado Provenzale, saremmo rimasti un po’ delusi dal Sentiero dell’Ocra in quanto è questa la tappa in cui percepirai il massimo tripudio dei colori dell’ocra.

colorado

Seguendo il nostro percorso, invece, la tua emozione crescerà di pari passo alla tua scoperta graduale verso questa realtà ambientale e verso la conoscenza scientifica intorno ad essa.

Questo nome “Colorado Provenzale” è stato proprio scelto per l’analogia con il Colorado Americano.

Caro amico, non sono ancora stata in America ma le emozioni che ha scatenato la visita di questo posto hanno superato ogni aspettativa!

itinerario dell'ocra 
colorado provenzale

L’ingresso è gratuito ma si pagano 5 euro per il parcheggio.

Se sei riuscito ad uscire dalla visita al Sentiero dell’Ocra discretamente pulito, qui rassegnati perché non potrai uscire “indenne dall’ocra”.

Probabilmente, come è capitato a noi, perderai, percorrendo questa valle, la cognizione del tempo e dell’età che hai!

alberto

Pertanto, vestiti in modo da non crearti problemi per quando ti comincerai a colorare, dagli abiti alle mani, di oro, giallo e arancione proprio come un bambino.

Questa vallata è molto più ampia del Sentiero dell’Ocra in Provenza.

Vi sono due percorsi, entrambi inaccessibili a bici e passeggini: quello blu, il più breve, è di circa 40 minuti, quello arancione dovrebbe durare circa 1 ora e 45 minuti.

Entrambi adatti a bambini ma se i tuoi sono particolarmente vivaci, tienili d’occhio! Il desiderio di arrampicarsi per le collinette ed arrivare in cima è assicurato non solo per loro ma anche per noi adulti!

Il mio consiglio è di percorrere il sentiero arancione, il più lungo.

Ti appariranno spettacoli scenografici che ricorderai per sempre!

itinerario dell'ocra
noi

Le grandi vallate che percorrerai ti faranno sembrare di essere in un altro continente per i colori accesi e contrastanti che troverai. Gli scatti fotografici si susseguiranno uno dopo l’altro!

Ma non solo! Noi non abbiamo resistito e ci siamo arrampicati sulle colorate falesie, abbastanza in alto, verso alcune cime per godere dall’alta di quella vista! Adrenalina ed emozione pura!

patrizia sulla vetta
itinerario dell'ocra
arrampicata
itinerario dell'ocra
arrampicata di Patrizia

Ed ecco che per evitare di scivolare, pur di arrivare in alto ma anche per aiutarsi nella discesa, che indumenti e mani diventano variopinti.

Ma la gratificazione che si prova a vivere questa esperienza è indescrivibile!

Ma tutte queste deviazioni nel percorso, tra scatti e arrampicate, fanno impiegare circa il doppio del tempo. Durante l’esplorazione del Colorado Provenzale troverai le indicazioni per arrivare alla scoperta delle zone chiamata Sahara, Camini delle Fate, Deserto bianco.

itinerario dell'ocra
falesia

Le formazioni che incontrerai sono tante e potrai, anche qui, dare sfogo alla tua immaginazione per cercare analogie.

Posso affermare che la Provenza è una Regione della Francia che sorprende i viaggiatori per le bellezze che la natura offre.

Quando potrai, dovresti visitarla e, poi, mi dirai se concordi con me.

Continua a seguirmi sul sito e sui social. A presto!

Questo articolo ha 4 commenti.

  1. Fabio

    Mi avete fatto venire voglia di andarci, bellissimo articolo!

    1. albymus

      Ci fa molto piacere, se ci andrai ne resterai stupefatto! Grazie e ciao 🙂

  2. Xenia

    che bella scoperta! Non mi sarei mai aspettata un un siffatto “paesaggio geologico” in Europa, e a pochi passi da noi; sembra di essere in California. Belle le vostre foto e la dettagliata descrizione dell’esperienza.
    Meta, grazie a voi, di un prossimo viaggio 🙂

    1. albymus

      Vedrai che ti piacerà e poi quando ci sarai stata mi dirai le tue impressioni 😊

Lascia un commento